Bilancio Lazio: Azienda Zero, si ottimizzano i servizi sanitari

pubblicato il: 1 Aprile 2019

D’Amato: era uno dei punti del programma

La Legge di stabilità 2019 prevede l’istituzione, nell’ambito del Sistema Sanitario Regionale, l’Azienda sanitaria denominata “Azienda Zero”, che nasce con l’obiettivo di ottimizzare gli assetti istituzionali e organizzativi del SSR attraverso l’integrazione funzionale dei servizi sanitari e operativi di supporto a valenza regionale. L’Azienda Zero non avrà nessun costo aggiuntivo per la sua realizzazione né per il personale o la sede poiché il personale verrà preso in mobilità dalle Asl e la sede si sceglierà nell’ambito del patrimonio sanitario. “La proposta di creare “Azienda Zero”, uno dei punti del programma elettorale di Zingaretti, si inserisce all’interno del Programma Operativo per ottenere un miglioramento dei livelli di conoscenza e competenza delle Aziende Sanitarie” ha ricordato l’assessore regionale alla sanità Alessio D’Amato. L’integrazione dei servizi di supporto sanitari e operativi, come dimostrano altre esperienze regionali, consente di limitare i costi gestionali e di raggiungere un miglioramento dell’efficienza ed efficacia delle prestazioni, liberando risorse per lo sviluppo e la qualità nell’ambito dei servizi assistenziali. L’Azienda – è stato spiegato – svolgerà le attività di gestione, controllo e monitoraggio per i seguenti ambiti: piani di acquisti, annuali e pluriennali per l’approvvigionamento di beni e servizi e per la manutenzione e valorizzazione del patrimonio mobiliare e immobiliare delle aziende sanitarie; eventuale gestione di procedure di gara; sistema centralizzato dei pagamenti dei fornitori; sistema documentale e del personale in servizio presso il SSR e supporto all’alta formazione; magazzini e logistica distributiva;  sistema informativo sanitario regionale e delle tecnologie di informazione e comunicazione correlate; supporto tecnico alla realizzazione degli investimenti (La Regione Lazio ha un piano di investimenti pluriennale in edilizia sanitaria per la cifra record di 1 miliardo di euro in parte già cantierabili e in parte in fase di programmazione). Le finalità della nuova Azienda Zero prevedono ilrafforzamento del ruolo e delle funzioni della governance regionale; consentirà alle Aziende la piena focalizzazione sui servizi alla persona; semplificherà ed efficienterà la catena di comando; genererà una cooperazione intermedia tra le Aziende al fine di perseguire standard di processo e risultato. Per dare avvio all’Azienda zero, si intende favorire l’interscambio di risorse umane tra il personale della Regione e il personale delle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale affinché condividano medesimi percorsi formativi e professionali per una reale ed efficace integrazione e collaborazione nei vari ambiti finalizzati a garantire la tutela della salute. Si intende così dare l’input a un percorso virtuoso finalizzato al conseguimento di livelli di alta professionalizzazione nel sistema di governo della salute pubblica, potenziando la qualità dei servizi offerti dalle singole Aziende Sanitarie e dalla Regione Lazio. Ciò anche in considerazione dei diversi contratti collettivi vigenti. (fonte: askanews)