Fatturazione elettronica, come sta andando l’obbligo del 1° Gennaio? Numeri e soluzione Net4market

pubblicato il: 6 Marzo 2019

Considerando i dati dell’Osservatorio Fatturazione elettronica & eCommerce B2B della School of Management del Politecnico di Milano, schematicamente si rileva che l’obbligo coinvolge il 56% delle partite Iva e circa 2,8 milioni di imprese. La previsione è di 3 miliardi di fatture emesse durante il 2019.

Sono esonerati dall’obbligo circa 2,2 milioni di contribuenti:

  • medici, farmacie, e tutti gli altri operatori sanitari come stabilito dal Garante della Privacy a dicembre 2018;
  • imprese o lavoratori autonomi che rientrano nel regime di vantaggio;
  • imprese o lavoratori autonomi che rientrano nel regime forfettario;
  • piccoli produttori agricoli;
  • società sportive dilettantistiche;
  • soggetti non residenti in Italia che effettuano o ricevono operazioni.

Tutti gli altri devono obbligatoriamente presentare fattura elettronica per operazioni verso privati e PA. Come riportato nella guida messa a disposizione dall’Agenzia delle entrate online per i contribuenti, per far luce sulla fatturazione elettronica, il nuovo obbligo prevede anche:

  • per gli operatori in regime di contabilità semplificata che emettono solo fatture e che si avvalgono dei dati che l’Agenzia delle Entrate mette loro a disposizione viene meno l’obbligo di tenere i registri Iva;
  • per gli operatori Iva che emettono e ricevono solo fatture, ricevendo ed effettuando pagamenti in modalità tracciata sopra il valore di 500 euro, i termini di accertamento fiscale sono ridotti di 2 anni;
  • inoltre gli operatori possono consultare e acquisire copia delle proprie fatture elettroniche emesse e ricevute.

I trasgressori rischiano sanzioni amministrative comprese tra il 90% e il 180% dell’imposta relativa all’imponibile non correttamente documentato. Per il 2019 tuttavia, considerato l’avvio dell’obbligo, sono state introdotte, in alcuni casi, delle riduzioni della sanzione prevista. (fonte: AgendaDigitale)

La soluzione Net4market

Il nostro servizio ti permette di gestire la fatturazione elettronica PA e B2B adempiendo agli obblighi di legge in maniera facile e sicura. In che modo?

Ti basterà inviarci le tue fatture in formato .pdf, ci occuperemo noi di generare il formato elettronico .xml e di inviare al Centro di Interscambio Nazionale (SDI) che le inoltrerà ai destinatari interessati.

Potrai caricare direttamente sul nostro portale di dematerializzazione D@co più fatture contemporaneamente anche nel formato .pdf, la piattaforma provvederà a rielaborarle nel formato corretto. È possibile anche “compilare” direttamente le fatture sulla piattaforma con semplici passaggi.

Attivando il servizio di conservazione sostitutiva, con un click conserveremo le tue fatture per 10 anni.

I vantaggi della fatturazione elettronica B2B di Net4market

  • servizio completo chiavi in mano: pensiamo a tutto noi, dall’invio della fattura fino alla conservazione
  • monitoraggio completo ed in tempo reale di tutte le fasi del processo tramite la nostra piattaforma D@co
  • fatture sempre raggiungibili: l’archivio delle tue fatture è sempre disponibile negli anni per qualsiasi controllo
  • automatizzazione dei processi per la gestione dei documenti contabili
  • risparmio: non ci sono costi di attivazione e paghi solo in funzione dei pacchetti acquistati
  • affidabilità: tutto il sistema è sempre allineato con le norme vigenti ed i suoi aggiornamenti
  • assistenza qualificata: non usiamo risponditori automatici, ma persone che vi assistono per ogni richiesta.

Per ulteriori informazioni chiama i numeri 0372 0806950372 080706 oppure
scrivi a helpdeskdco@csamed.it